Home

Lavoretto natalizio digitale

FACOLTATIVO: Per chi vuole cimentarsi con il digitale e realizzare un piccolo video natalizio…
Vi propongo di realizzare un piccolo filmato stop motion con i vostri presepi (se l’avete fatto oppure con presepi con materiale ricilcato/lego o altro)

Come fare? Segui i seguenti passaggi: 

Step 1

Leggere il passo della nascita di Gesù. Lo potete trovare nel secondo capitolo  di del Vangelo di Luca e nel secondo capitolo del Vangelo di Matteo

Step 2

Testato solo su Android (no IOS). Scarica dallo store l‘app Pic Pac Stop Motion (gratuita). Consiglio di fare questo lavoro in ogni passo insieme ai genitori, può essere un bel momento per divertirsi insieme e preparare  gli auguri da inviare poi per natale via Whatsapp.
L’applicazione Pic Pac è molto semplice da usare. Impostate ogni quanti secondi fa la foto, tenete ferma la camera e spostate di qualche millimetro le statuine/personaggi ogni secondo.

Una volta finito salvate il filmato e se volete mandatemi il video realizzato in stop motion entro mercoledì 18 Dicembre. Unirò tutti i video per gli auguri natalizi.

Potete inviarmi il video tramite mail
marana@icbardolino.edu.it

Portandolo a scuola in chiavetta

Oppure caricandolo attraverso questo modulo > CLICCA QUI – richiesto accesso ad account google –

Suggerimento
Trovate altre istruzioni a pagina 167 del libro CHE VITA classe prima
Qui sotto:

  • un video prodotto da un collega con la stessa modalità stop motion
  • Il filmato realizzato lo scorso anno. 
  • Un filmato realizzato in classe con le lego e questa app.

Benvenuti

Cari ragazzi, se adesso vi facessi la domanda: perché andate a scuola, che cosa mi rispondereste? Probabilmente ci sarebbero molte risposte secondo la sensibilità di ciascuno. Ma penso che si potrebbe riassumere il tutto dicendo che la scuola è uno degli ambienti educativi in cui si cresce per imparare a vivere, per diventare uomini e donne adulti e maturi, capaci di camminare, di percorrere la strada della vita. Come vi aiuta a crescere la scuola? Vi aiuta non solo nello sviluppare la vostra intelligenza, ma per una formazione integrale di tutte le componenti della vostra personalità.Seguendo ciò che ci insegna sant’Ignazio, nella scuola l’elemento principale è imparare ad essere magnanimi. La magnanimità: questa virtù del grande e del piccolo (Non coerceri maximo contineri minimo, divinum est), che ci fa guardare sempre l’orizzonte. Che cosa vuol dire essere magnanimi? Vuol dire avere il cuore grande, avere grandezza d’animo, vuol dire avere grandi ideali, il desiderio di compiere grandi cose per rispondere a ciò che Dio ci chiede, e proprio per questo compiere bene le cose di ogni giorno, tutte le azioni quotidiane, gli impegni, gli incontri con le persone; fare le cose piccole di ogni giorno con un cuore grande aperto a Dio e agli altri. E’ importante allora curare la formazione umana finalizzata alla magnanimità. La scuola non allarga solo la vostra dimensione intellettuale, ma anche umana. E penso che in modo particolare le scuole dei Gesuiti sono attente a sviluppare le virtù umane: la lealtà, il rispetto, la fedeltà, l’impegno. Vorrei fermarmi su due valori fondamentali: la libertà e il servizio. Anzitutto: siate persone libere! Che cosa voglio dire? Forse si pensa che libertà sia fare tutto ciò che si vuole; oppure avventurarsi in esperienze-limite per provare l’ebbrezza e vincere la noia. Questa non è libertà. Libertà vuol dire saper riflettere su quello che facciamo, saper valutare ciò che è bene e ciò che è male, quelli che sono i comportamenti che fanno crescere, vuol dire scegliere sempre il bene. Noi siamo liberi per il bene. E in questo non abbiate paura di andare controcorrente, anche se non è facile! Essere liberi per scegliere sempre il bene è impegnativo, ma vi renderà persone che hanno la spina dorsale, che sanno affrontare la vita, persone con coraggio e pazienza (parresia e ypomoné). La seconda parola è servizio. Nelle vostre scuole voi partecipate a varie attività che vi abituano a non chiudervi in voi stessi o nel vostro piccolo mondo, ma ad aprirvi agli altri, specialmente ai più poveri e bisognosi, a lavorare per migliorare il mondo in cui viviamo. Siate uomini e donne con gli altri e per gli altri, dei veri campioni nel servizio agli altri.Per essere magnanimi con libertà interiore e spirito di servizio è necessaria la formazione spirituale. Cari ragazzi, cari giovani, amate sempre di più Gesù Cristo! La nostra vita è una risposta alla sua chiamata e voi sarete felici e costruirete bene la vostra vita se saprete rispondere a questa chiamata. Sentite la presenza del Signore nella vostra vita. Egli è vicino a ognuno di voi come compagno, come amico, che vi sa aiutare e comprendere, che vi incoraggia nei momenti difficili e mai vi abbandona. Nella preghiera, nel dialogo con Lui, nella lettura della Bibbia, scoprirete che Lui vi è veramente vicino. E imparate anche a leggere i segni di Dio nella vostra vita. Egli ci parla sempre, anche attraverso i fatti del nostro tempo e della nostra esistenza di ogni giorno; sta a noi ascoltarlo.